Requiem per incastri. Parole sconnesse, scoscese, scomposte.

Di giorni ambrati e di cubi di rubik che non si finiscono mai.

Aggiunti,disgiunti e trafitti.

Le cose veloci vengono male. Malissimo. questo pensavo mentre camminavo davanti alla grande finzione per cui lavoro. SPA. “spermi spermi spermi spermi indifferenti, per ingoi indigesti per ingoi indigesti per ingoi indigesti…” da urlare a bassa voce tra la sciarpa a coccolare e i capelli sempre troppi. Perchè questo è. Tutta roba di ingoi, quotidiani appiccicosi ingoi. Hai capito tu?
 
 
(Arrangiamenti assurdi che capisco male e a cui con fatica mi adatto. Azzardo ripida e forse poco sarebbe meglio. E’ che mi mancano i modi e i tempi e le atmosfere. E mi cerco poco o niente. Se mi fai spazio li in mezzo però,  non mi annoio. Lo vedi?)
Annunci

14 risposte a “Aggiunti,disgiunti e trafitti.

  1. ninA 10 aprile 2012 alle 17:21

    devo commentarmi da sola perchè per scrivere queste quattro righe stronze ci ho messo mezzora perchè cambiavo e cambiavo mentre il globulino di lycopodium30 ch viaggiava fra le lettere della tastiera quasi fosse roulette russa dei pensieri e degli intendimenti.

    Alla fine però il senso è questo. Io lo so. E dovev

  2. parolesenzasuono 10 aprile 2012 alle 17:21

    urlare a bassa voce, basterebbe questo—

    che è già sfogo, è già denuncia

  3. pièlledì 10 aprile 2012 alle 17:21

    smettila di parlare, avvicinati un po’.
    Mi sono anche appropriata di questa ennesima e fantomatica citazione. Giuro che funziona

    • ninA 10 aprile 2012 alle 17:21

      uhhhh!!!
      ahaahaha 🙂
      ma vedi che l’avevo tolta perchè ho rifletutto che me ne sono appropriata talmente tante volte che qui mi sono censurata
      :))

      funziona si. Cazzo se funge.

  4. creepylaanan 11 aprile 2012 alle 17:21

    e visto che io sono una che, non sembra, ma ne sa commenterò con una citazione da donna colta quale alle volte so essere “sapete che scrivo lentamente. questo accade soprattutto perché non sono mai soddisfatto finché non ho detto il più possibile in poche parole, e scrivere in breve costa molto più tempo che scrivere in lungo.” di carl friedrich gauss, ci tazione che ho fatto un po’ mia ma direi che la puoi indossare anche te.

    • ninA 11 aprile 2012 alle 17:21

      è bellissima. Mi piace moltissimo. Che non è tantissimo, è più bello, più morbido. Me la metto subito e la sfoggio pure un po. Ecco. che poi creepy mai pensato fossi incolta, cioè, mai davvero. anzi.

      • creepylaanan 11 aprile 2012 alle 17:21

        pensa che questo signore era un matematico. io per un po’ ho fatto la facoltà di matematica poi l’ho lasciata per l’accademia di belle arti. “impara l’arte e mettila da parte”, mai detto fu più vero. noi artisti falliti ci ricicliamo nel mondo della creatività e facciamo la fame cercando di restare a galla, a stento devo dire, in una società sterile, ignorante e arida. la creatività è fondamentale per l’umanità, per la comunicazione, la ricerca e anche l’economia eppure così sottovalutata. le mie idee contano meno delle mani di un idraulico. siamo in un nuovo medioevo e il precipitare non è ancora finito. l’umanesiamo rinascimentale ancora fottutamente lontano.

      • ninA 11 aprile 2012 alle 17:21

        il caro Gauss..l’ho incrociato qualche volta…non perchè abbia mai avuto a che fare con la matematica, cioè si al liceo, però, lo conosco perchè lo studiai per motivi altri all’università..in contesti pseudofilosofici e insomma..cose.
        Però..
        si..
        è tristissimo…e svilente e davvero non capisco come si possa ancora ignorare che senza idee rimanimo dove stiamo. Nel baratro. Che poi appunto, nemmeno è quello vero..
        umanesimo rinascimentale? ….oggi mi sembra più utopico di una società senza classi o dell’eliminazione della sperequazione economica sociale e culturale delle due parti del mondo. Che poi ormai anche questo è un discorso assurdo dato che la vecchia fortezza europa, e ancora l’occidente tuttointero con i suoi modelli sta implodendo.

        stamattina ho pagato l’idraulico. A prorposito. Me cadi a fagiuolo. E massimo rispetto per l’idraulico ma io quella cifra li la vedo in……
        no vabbè, te lo dico mi vergogno. Imbarazzante.

      • ninA 11 aprile 2012 alle 17:21

        l’arte è tutto. Resisti darling.

      • creepylaanan 11 aprile 2012 alle 17:21

        io resisto ma qui siamo alla frutta!

      • ninA 11 aprile 2012 alle 17:21

        è…
        lo so bene…

  5. rideafa. 11 aprile 2012 alle 17:21

    dillo ammé che fò l’avvocata di lavoro.
    vabèh.

    magari cambio làvoro.

    • ninA 11 aprile 2012 alle 17:21

      oh sare mica ti ci facevo avvocatessa. 🙂
      io per dire se ti dovessi di che faccio mica te le so dì…cioè dovrei spendere qualche parola, ecco.
      ma no non cambià lavoro che comunque me pare che state messi meglio di tanti altri.
      Di me sicuro
      😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: